100 PIAZZE PER L'EUROPA

100 PIAZZE PER L'EUROPA

Cara Sindaca, Caro Sindaco,
come sai, Legautonomie ha raccolto l’appello di Romano Prodi a fare del 21 marzo, primo giorno di Primavera e festa di San Benedetto da Norcia, Patrono dell’Europa, il giorno del rilancio degli ideali di pace e cooperazione sui quali si fonda l'Unione europea, come sviluppo della cultura europea proteso al futuro e come processo di costruzione dell'ideale comunitario.
In questa ottica Legautonomie ha dato vita alla rete di COMUNI PER L’EUROPA con l’obiettivo di mettere in campo una serie di iniziative per incentivare lo spirito europeista nei territori che amministriamo quotidianamente con impegno e responsabilità .
Per questo, Legautonomie invita a una grande mobilizzazione nazionale per il prossimo 21 marzo: 100 PIAZZE PER L’EUROPA …..continua Leggi 100 PIAZZE PER L'EUROPA

LA GESTIONE DEL BILANCIO 2019

Nel file allegato la dispensa a cura del Dott. Sergio MARZARI Leggi LA GESTIONE DEL BILANCIO 2019

VALERIO LUCCIARINI – SINDACO DI OFFIDA E PRESIDENTE LEGAUTONOMIE MARCHE ELETTO TESORIERE E LEGALE RAPPRESENTANTE DI LEGAUTONOMIE NAZIONALE

VALERIO LUCCIARINI – SINDACO DI OFFIDA E PRESIDENTE LEGAUTONOMIE MARCHE ELETTO TESORIERE E LEGALE RAPPRESENTANTE DI LEGAUTONOMIE NAZIONALE

Nella mattinata del 13 dicembre, al Centro Congressi Cavour di Roma, si è svolto il primo Consiglio nazionale della Lega delle Autonomie Locali in cui Valerio Lucciarini è stato eletto all’unanimità Tesoriere nazionale e Legale
rappresentate dell’associazione.
“Ringrazio il Consiglio Nazionale della Legautonomie per l’unanime fiducia che mi inorgoglisce e, al contempo, mi investe di responsabilità – dichiara il Sindaco di Offida e Presidente dell’Unione dei Comuni della Vallata del Tronto -
Occorre procedere ad ampliare le autonomie aderenti alla Legautonomie.
L’impostazione politica pianificata dal Presidente Ricci e che verrà attuata dal nuovo e autorevole Ufficio di Presidenza, corrisponde ad una prospettiva di rilancio di cui la Legautonomie, e il Paese, hanno necessario bisogno”.


Il consiglio nasce sotto la nuova presidenza di Matteo Ricci, Sindaco di Pesaro, eletto durante il XVII Congresso nazionale che si è tenuto a Viareggio il 29 e 30 novembre.
"Dobbiamo anche portare avanti – ha sottolineato Ricci in assemblea a Roma- la sacrosanta battaglia per la dignità degli amministratori. In questo senso noi dobbiamo essere portatori di una proposta di legge realistica e
concreta che ridia dignità al fare l'amministratore, con tutte le responsabilità che gli amministratori hanno nei piccoli comuni e negli enti provinciali".
Tra i temi che segneranno l'attività dell'associazione, il problema del Codice degli appalti - da riformare per mettere in condizione gli amministratori di lavorare per il proprio territorio - e la semplificazione amministrativa
che porterebbe i Comuni a non fondersi ma a lavorare insieme riguardo bacini omogenei.
Poi in tema di Sicurezza e Integrazione è stata ribadita l’importanza di strumenti come gli Spraar, che il Governo sta provvedendo a tagliare, a garanzia di un minimo di integrazione attraverso l’insegnamento della lingua italiana
e l’inserimento nel mondo del volontariato. Leggi VALERIO LUCCIARINI – SINDACO DI OFFIDA E PRESIDENTE LEGAUTONOMIE MARCHE ELETTO TESORIERE E LEGALE RAPPRESENTANTE DI LEGAUTONOMIE NAZIONALE

XVII CONGRESSO NAZIONALE LEGAUTONOMIE: L' INTERVENTO DI MATTEO RICCI ELETTO NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE DI LEGAUTONOMIE

XVII CONGRESSO NAZIONALE LEGAUTONOMIE: L' INTERVENTO DI MATTEO RICCI ELETTO NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE DI LEGAUTONOMIE

La platea dei sindaci e degli amministratori locali riunita il 29 e 30 novembre a Viareggio ha eletto all’unanimità MATTEO RICCI, sindaco di Pesaro, nuovo presidente nazionale di Legautonomie. Leggi XVII CONGRESSO NAZIONALE LEGAUTONOMIE: L' INTERVENTO DI MATTEO RICCI ELETTO NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE DI LEGAUTONOMIE

ASSEMBLEA REGIONALE di LEGAUTONOMIE MARCHE__9 NOVEMBRE ore 16 ANCONA presso Sede CNA - Via dott. Sandro Totti 4

Caro Sindaco, in allegato una comunicazione in merito al Congresso Nazionale e all'Assemblea Regionale di Legautonomie.

Grazie per l'attenzione e cordiali saluti.
Roberto Piccinini Leggi ASSEMBLEA REGIONALE di LEGAUTONOMIE MARCHE__9 NOVEMBRE ore 16 ANCONA presso Sede CNA - Via dott. Sandro Totti 4

VALERIO LUCCIARINI È IL NUOVO PRESIDENTE DI LEGAUTONOMIE MARCHE

VALERIO LUCCIARINI È IL NUOVO PRESIDENTE  DI  LEGAUTONOMIE MARCHE

Notevole partecipazione di Sindaci ed amministratori locali e regionali ieri, ad Ancona c/o la regione Marche, all’Assemblea regionale, promossa da Legautonomie Marche, sul tema “ RIFORMISMO APPLICATO ALLA GOVERNANCE DEGLI ENTI LOCALI - PER IL RILANCIO DI LEGAUTONOMIE”, durante la quale i partecipanti hanno eletto il nuovo presidente di Legautonomie Marche.
Leggi VALERIO LUCCIARINI È IL NUOVO PRESIDENTE DI LEGAUTONOMIE MARCHE

Articolo di Giuseppe Farneti sul numero 8-9 di Azienditalia legato al tema della legalità secondo la Corte dei Conti.

Articolo di Giuseppe Farneti sul numero 8-9 di Azienditalia legato al tema della legalità secondo la Corte dei Conti.

Articolo di Giuseppe Farneti sul numero 8-9 di Azienditalia legato al tema della legalità secondo la Corte dei Conti.
Una recentissima deliberazione della Corte dei conti della Sezione regionale di controllo della Lom-bardia ha analizzato alcuni significativi profili di criticità in capo a un Comune (e probabilmente assai diffusi nella realtà operativa, di qui l’interesse per la deliberazione), connessi a una propria società partecipata, con riferimento, sia alla costituzione della stessa, sia al suo funzionamento, sia alla deliberazione della sua dismissione. In continuità con la giurisprudenza della Sezione, la deli-berazione afferma che le verifiche sulla gestione finanziaria degli Enti locali sono ascrivibili al con-trollo di legalità e regolarità, che ha la caratteristica di finalizzare le suddette verifiche della magi-stratura contabile all’adozione di effettive misure correttive; ma che può anche comportare, si de-ve osservare, come è avvenuto nel caso di specie, la trasmissione della pronuncia alla procura e-rariale presso la sezione regionale. Ancora, la Corte ha modo di affermare, nel contesto della sua pronuncia, che la discrezionalità amministrativa dell’Ente locale incontra non solo i limiti che con-seguono da specifici vincoli di legge, “ma anche da declinazioni del più generale concetto di sana gestione finanziaria, inteso come gestione finanziaria improntata ai principi di economicità, effi-cienza ed efficacia”, principi che sono un corollario del più generale principio del buon andamento dell’azione amministrativa ex art. 97 della Costituzione. Il mancato rispetto di questi principi, dun-que, in particolare se rafforzati da obblighi specifici, come la normativa richiede con riferimento alle società partecipate dagli Enti locali, contrasta con la “sana gestione finanziaria” ed è suscettibile, in conseguenza, di delineare i presupposti del danno erariale.

Una recentissima deliberazione della Corte dei conti della Sezione regionale di controllo della Lombardia ha analizzato alcuni significativi profili di criticità in capo a un Comune (e probabilmente assai diffusi nella realtà operativa, di qui l’interesse per la deliberazione), connessi a una propria società partecipata, con riferimento, sia alla costituzione della stessa, sia al suo funzionamento, sia alla deliberazione della sua dismissione. In continuità con la giurisprudenza della Sezione, la deliberazione afferma che le verifiche sulla gestione finanziaria degli Enti locali sono ascrivibili al controllo di legalità e regolarità, che ha la caratteristica di finalizzare le suddette verifiche della magistratura contabile all’adozione di effettive misure correttive; ma che può anche comportare, si deve osservare, come è avvenuto nel caso di specie, la trasmissione della pronuncia alla procura erariale presso la sezione regionale. Ancora, la Corte ha modo di affermare, nel contesto della sua pronuncia, che la discrezionalità amministrativa dell’Ente locale incontra non solo i limiti che conseguono da specifici vincoli di legge, “ma anche da declinazioni del più generale concetto di sana gestione finanziaria, inteso come gestione finanziaria improntata ai principi di economicità, efficienza ed efficacia”, principi che sono un corollario del più generale principio del buon andamento dell’azione amministrativa ex art. 97 della Costituzione. Il mancato rispetto di questi principi, dunque, in particolare se rafforzati da obblighi specifici, come la normativa richiede con riferimento alle società partecipate dagli Enti locali, contrasta con la “sana gestione finanziaria” ed è suscettibile, in conseguenza, di delineare i presupposti del danno erariale. Leggi Articolo di Giuseppe Farneti sul numero 8-9 di Azienditalia legato al tema della legalità secondo la Corte dei Conti.

Verso un regionalismo differenziato: le Regioni che non hanno sottoscritto accordi preliminari con il Governo

Il tema del riconoscimento di maggiori forme di autonomia alle Regioni a statuto ordinario, ai sensi dell'articolo 116, terzo comma, della Costituzione, si è imposto al centro del dibattito sul rapporto tra Stato e Regioni dopo l'esito non confermativo del referendum sulla riforma costituzionale nel 2016 e a seguito delle iniziative intraprese dalle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, che nel febbraio 2018 hanno sottoscritto un accordo preliminare con il Governo per l'attuazione di condizioni speciali di autonomia. Leggi Verso un regionalismo differenziato: le Regioni che non hanno sottoscritto accordi preliminari con il Governo

giugno 2019

lu ma me gi ve sa do
22 1 2
23 3 4 5 6 7 8 9
24 10 11 12 13 14 15 16
25 17 18 19 20 21 22 23
26 24 25 26 27 28 29 30
Elenco

Elenco

Amministratori marchigianiLeggi Elenco

Kibernetes s.r.l.

Kibernetes s.r.l.

Partner di
Legautonomie MarcheLeggi Kibernetes s.r.l.

Newsletter

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletterLeggi Newsletter

Governare il territorio

Governare il territorio

Periodico telematico di informazioneLeggi Governare il territorio

Disclaimer

Link

Legautonomie Marche

logo-A_40


Via Matteotti, 85 - 60121 Ancona
tel. 071/201278 - fax 071/206808
cell. 335376830 - 3939706535
info@legautonomiemarche.it

P.I. 01037790423